Torna al menu principale
seguimi su facebook
Ultime Novità
Valutazioni e Perizie
valutazione radio d'epoca
contatti

Fabbriche

Storia, documenti, fotografie e curiositÓ sulle Fabbriche Italiane di apparecchi radiofonici


Unda Radio - Dobbiaco
1925-1935   La "Unda Società per la Fabbricazione di Apparecchi di Meccanica Fine", venne fondata il 22 agosto 1925, con un capitale iniziale di Lire 75.000. da un giovane ventitreenne, Max Glauber (Fig. 1). Lo stabilimento (Fig. 2), dove inizialmente trovarono impiego 15 dipendenti, sorse a Dobbiaco, un piccolo paesino in provincia di Bolzano, in una delle più ridenti vallate delle Dolomiti. Nel cuore di un'abetaia, a 1250 metri sul livello
Ingg. Anonini & Dottorini - An-Do Perugia
LE ORIGINI  1926-1927 La società Anonima Antonini & Dottorini di Perugia, fu fondata nel 1926 a società di fatto ma venne registrata formalmente nell’anno 1927 con sede in Piazza Piccinino 5 e fin dal primo inizio si dedicò allo studio degli apparecchi a cambiamento di frequenza. «La nostra ditta dispone di due ingegneri specializzati i quali, oltre ad essere in relazione con gli scienziati della Radio fanno continuamente esperienze e
SocietÓ Radio Vittoria - Torino
Della Società Radio Vittoria degli ingg. Pitari e Conti di Corso Bolzano, 14 (già Corso Grugliasco) di Torino, in mancanza di ricerche approfondite presso l’Archivio di Stato di Torino dove sono conservati i registri d’Impresa della Camera di Commercio, conosciamo ben poco. Da un raro catalogo del 1928 si evince che la gloriosa azienda piemontese nacque quando “in Italia la radiofonia cominciava a farsi conoscere attraverso l’unica stazione di
Radiotecnica Italiana - Firenze
La Radiotecnica Italiana era un’Istituto Nazionale di Propaganda per le Radiocomunicazioni fondato nel 1923 a Firenze con lo scopo di diffondere la radiofonia in Italia rendendola accessibile a tutti. Inizialmente veniva utilizzato un logo con scritte in oro racchiuse in una corona di alloro e sormontate dai due stemmi dello Stato in vigore 27 marzo 1927 all'11 aprile 1929 (Fig. 1). Successivamente venne adottato un logo simile ma sormontato dal nuovo stemma dello Stato
Allocchio, Bacchini & C. - Milano
Nel 1919 non esisteva in Italia alcun organismo industriale particolarmente dedicato alla radio, tranne una filiale della Marconi Inglese a Genova. Fu proprio in quell’anno che l’ing. Allocchio (Fig. 1), allora tenente del Genio Militare, studioso cultore di ogni ramo della tecnica ed osservatore appassionato dei problemi inerenti la radiofonia, impiantò un piccolo laboratorio in via Rasori a Milano per la costruzione di strumenti di misura, ai quali aggiunse poi i
M. Zamburlini & C. - RAM Milano
Il sig. Mostolo Zamburlini fondò il suo piccolo stabilimento nel lontano 1920  in via Monza, tra Milano e Sesto San Giovanni e negozio in via Lazzaretto, 17 a Milano come costruttore di pochissimi apparecchi annui utilizzando materiale esclusivamente di importazione. Inizialmente la denominazione esatta era M. Zamburlini di Mostolo Zamburlini e aprì come agenzia della Società Generale Italiana Accumulatori Elettrici. Successivamente fu anche
S.I.R. - S.A.I.R. - S.I.A.R. Torino
Torino, come poche altre città italiane, ha dato i natali alle prime fabbriche di prodotti radiofonici, tra cui la Watt Radio, la Magnadyne, la Felice Chiappo, la Radio Pron, la Radio Lambda, tanto per citarne alcune. Fra le più antiche e note ditte torinesi vi è la SAIR, le cui trasformazioni societarie e la sua prematura fine ha contorni sfumati. Tutto ciò che possiamo oggi raccontare su questa gloriosa azienda è il frutto di meticolose ricerche,



Area Riservata   -   Sito web: ZonaVirtuale - Siti Internet Lucca   -   Progetto Grafico: Dr. Marco Manfredini   -   Cookie Policy   -   Ultimo Aggiornamento: 15-09-2019
Con il patrocinio di:
www.antiqueradio.it